Aromaterapia

Gli oli essenziali agiscono sulle funzioni biologiche della persona non lasciando certamente intatte quelle psichiche;  i costituenti chimici delle essenze, il loro odore, il loro sapore, agendo singolarmente o in sinergia, determinano sempre un’ azione globale che coinvolge l’unità psicosomatica della persona.

La maggior parte degli O.E.  possiede proprietà antisettiche e antibatteriche ma anche antinfiammatorie, cicatrizzanti, antiparassitarie, antifungine, analgesiche, antireumatiche. Agiscono sul sistema olfattivo e limbico, stimolando tutte le funzioni neurovegetative, memoria, sensualità, emozioni, sistema respiratorio, sistema digestivo…

La Dr Aghito saprà consigliarvi gli oli essenziali piu adatti alle vostre problematiche, mirati ad un’ azione di potenziamento delle funzioni vitali.

-Per saperne di più-

Attraverso l’olfatto, le essenze esercitano principalmente la loro azione a carico del sistema nervoso, quindi, un’azione sull’umore, sulle funzioni psichiche come la memoria e l’apprendimento; hanno un’ influenza sull’aspetto neurovegetativo, cioè sulle implicazioni psicosomatiche tra stati mentali e salute degli organi. Attraverso la pelle, esercitano principalmente un’azione sulle cellule e sui tessuti.

L’olfatto, è l’attività sensoriale sollecitata dagli O.E. e, la percezione olfattiva è qualcosa di estremamente sottile, che si collega con gli stati psichici.

A differenza degli altri sensi, le stimolazioni olfattive sono le sole a passare direttamente alla corteccia cerebrale. Gli odori non vengono, infatti, né censurati, né filtrati dai nostri centri celebrali consci.

Questo spiega come mai un odore o un profumo, possano evocare istantaneamente ricordi estremamente vividi di esperienze, anche molto lontane. 

Il ricordo scatenato da un odore, è quindi molto più intenso di quello evocato da un’immagine o da un suono: la percezione di un odore, contiene in sé tutta l’energia di una realtà esistenziale e, al di là delle caratteristiche intrinseche delle singole essenze, le reazioni individuali ai profumi variano da persona a persona e dipendono dalle emozioni e dalle memorie che, durante la vita, si collegano a un determinato odore.

Un’emozione può influenzare l’attività di un organo o una funzione fisiologica. 

Per esempio: un eccesso di pensieri ansiosi ha la capacità di influenzare la digestione.                                                                                                          Una tristezza profonda e prolungata, può influire negativamente sulla respirazione.

Uno stile di vita improntato ad eccessiva eccitazione, può rovinare il cuore.

L’Aromacologia studia le relazioni esistenti fra psicologia e aromi, che influenzano i nostri stati d’animo, il comportamento e le nostre reazioni. Secondo recenti studi è possibile riequilibrare uno stato d’animo negativo, alleviare lo stress, calmare l’ansia, aumentare la concentrazione, agendo sull’olfatto.

Follow by Email